Hibike! Euphonium

Liz to Aoi Tori – BD

Pubblicato il

La Yamada delivera uno dei migliori film d’animazione della storia e noi che si fa, non lo si subba?

Date quindi il benvenuto nei vostri hard disk a Liz to Aoi Tori, film spin-off della serie di Hibike! Euphonium. (è fruibile anche senza aver visto le serie principali, non preoccupatevi: è completamente stand-alone)
Il fatto che fosse pronto già due giorni dopo l’uscita dei BD è solo parte del magico stile di vita chiamato stall.

Non c’è molto altro da dire, tbh. Penso conosciate già tutti quel capolavoro che è il franchise di Hibike! Euphonium.
L’unica cosa che vi consiglio di cuore di fare è scaricare gli audio commentary dalla sezione DDL degli extra. Perché, per quanto mi rattristi scriverlo, dopo l’incendio di luglio difficilmente potremo più sentire una traccia audio in cui la Yamada e Ushio cazzeggiano spensierati bevendo birra e mangiando dolcetti.

In collaborazione con Aegi Stranding & Owari Subs.

Staff
Essere più Yamada-fag che stallatore e tradurre il film dalle rune in un giorno e mezzo, ma poi ritornare in se stesso ed entrare nel tunnel dello stall per un anno: EHF
Essere tirato dentro a caso per typesettare: Adriks
Essere preso per la gola, tirato dentro per checkare e poi fatto attendere per 11 mesi: Tadao Yokoshima
Essere molestati per encodare un progetto che aveva il 5% di probabilità di venir concluso: Byakko (film), Gravis (extra)
Essere sfortunatamente amici irl di EHF e quindi contribuire alla maggiore comprensione delle filippiche pirotecniche della Yamada in quanto 関西人: Masa, Kazushi, Haruka, Misaki, Yume, Hiroki
Essere disturbato da EHF ma essere molto gentile e quindi contribuire con un pdf per la spiegazione semplificata di note tecniche: FAR Ci abbiamo impiegato troppo, quindi minga. Visitate il suo sito per gli articoli.

A presto per un altro film di un altro franchise.

“Such speed!” – Wile E. Coyote, 16 settembre 1949

xxxHolic

xxxHolic – 21

Pubblicato il

Qua ne abbiamo tantissime, come “non aprire l’ombrello nei luoghi chiusi”, “non attraversare la strada se passa un gatto nero”, “non si rifa il letto in tre” e via discorrendo. Ci siamo mai posti domande sulle superstizioni, saggezza popolare che ci accompagna da secoli?
In collaborazione con i BBF.